pulitore a vapore

Come scegliere un pulitore a vapore?

In questo articolo vogliamo spiegarvi come scegliere un pulitore a vapore, e quali sono le specifiche da valutare prima di procedere all’acquisto.

I sistemi di pulizia della casa e dei congiunti quali scale, balconi e androni richiedono sicuramente il supporto di “strumenti” moderni ed evoluti. In questa guida parleremo nello specifico del pulitore a vapore, ottimo per igienizzare il proprio habitat senza l’impiego di agenti chimici. Pertanto, la caratteristica dominante di questi elettrodomestici è il rispetto massimo dell’ambiente pur riuscendo ad eliminare efficacemente anche lo sporco più duro e ostinato.

pulitore a vapore

Vantaggi di un pulitore a vapore

Sono in tanti a domandarsi perché scegliere un pulitore a vapore? A nostro avviso per due motivi.

Innanzitutto per la totale assenza di detergenti chimici impiegati che contribuisce ad appianare i livelli di agenti chimici contaminanti. La seconda ragione è che un pulitore a vapore è un valido aiuto per chi deve pulire superfici, come pavimenti o piastrelle. Contare sulla forza smacchiante del vapore permette di diminuire notevolmente lo sforzo richiesto per una pulizia profonda.

 

Pulitore a vapore: tipologie.

pulitori a vapore sono dotati di resistenze che riscaldano l’acqua, generando un vapore superiore ai 100°. La loro forza è talmente possente che permettono di rimuovere con estrema facilità germi, acari e funghi vari, spesso causa di allergie e sgradevoli odori.

In commercio esistono tantissimi modelli di pulitori a vapore. A differenziarli sostanzialmente è la presenza o meno della caldaia a pressione.

Il pulitore a vapore con caldaia a pressione, è quello che noi suggeriamo di acquistare, poiché ha un’efficacia maggiore e seppur più ingombrante, è oggi accessibile anche con serbatoi ridotti da 1 litro, quindi molto più pratico rispetto a qualche tempo fa.

Fra questi modelli noi consigliamo di optare per quelli dotati di caldaia in acciaio inox.

 

Pulitore a vapore: accessori.

Quando si deve scegliere un pulitore a vapore bisogna sicuramente tenere conto degli accessori di cui questo è dotato.

Uno fra i tanti è sicuramente l’utilissimo spazzolone che deve essere corredato di spazzole rotanti per riuscire ad agire con precisione sullo sporco.

Oltre a ciò, si suggerisce di prediligere i pulitori a vapore equipaggiati di:

  • tubo esteso e flessibile 
  • bocchette a lancia per scaricare il vapore tra le fessure più strette.

 

Pulitore a vapore: caratteristiche.

Se desiderate scegliere un pulitore a vapore che vi garantisca il massimo dell’efficacia, bisogna poi non tralasciare altre caratteristiche.
E’ consigliabile preferire quelli con regolazione di pressione, in modo tale da risultare più versatili ed affidabili. Anche i materiali con cui è costruito devono essere verificati.
Il modello scelto deve essere compatto e di buona fattura, in modo da garantire la massima durata nel tempo. Per impiegare in tutta tranquillità il pulitore a vapore, dobbiamo chiaramente informarci anche della presenza di manometri spie che avvisano quando l’acqua nel serbatoio sta per esaurirsi.
E’ bene inoltre optare per un modello dotato di valvola di sicurezza che blocca l’apertura del tappo nel caso in cui ci sia ancora della pressione nella caldaia.

Pulitori a Vapore Consigliati per Voi:

 

Category: CASA & GIARDINAGGIOELETTRODOMESTICI

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Staff di Come-scegliere.com

Siamo un gruppo di Amici e Professionisti. Ognuno specializzato in un determinato settore: elettrodomestici, sport & tempo libero, casa & giardinaggio, informatica & elettronica, abbigliamento, fai da te, auto & moto, benessere & cura del corpo, ebook & corsi, giochi & prima infanzia, food & wine.