piastra waffle: guida completa!

Come scegliere la miglior piastra waffle?

I Waffle sono dei dolci tipici Belgi composti da due cialde morbide cotte fra due piastre bollenti. In Italia non si vendono  nei bar e nei supermercati per questo è più facile acquistare la piastra waffle e farli in casa. Basterà preparare l’impasto, collegare la spina alla presa di corrente, attendere che la piastra diventi rovente, versare l’impasto e attendere che siano pronti.

In commercio ci sono molte macchine che permettono di realizzare dei gustosi waffle basta saper scegliere il modello giusto per le vostre esigenze; naturalmente prima di effettuare l’acquisto valutate alcuni parametri tra cui dimensione, capienza, materiali utilizzati per la costruzione della piastra,  temperatura massima, tempo che impiega a riscaldare la piastra, prezzo e marca.

piastra waffle

 

Piastra Waffle: tipologie.

Esistono due tipologie di piastre per waffle:

Il primo modello presenta delle serpentine conduttrici che riscaldano la superficie che entra a contatto con l’impasto cuocendolo delicatamente.

La piastra da fornello, invece, viene riscaldata tramite una fonte di calore che può essere anche il fuoco del caminetto; è meno pratica di quella elettrica in quanto per cuocere il waffel da entrambi i lati deve  essere ruotata a mano e dal punto di vista della sicurezza è pericolosa perchè diventa rovente e si rischia di ustionarsi.

La prima cosa che dovete valutare al momento dell’acquisto di una macchina per  waffle è il materiale con cui è realizzata la piastra. Le migliori sono quelle in ghisa perchè permettono di diffondere il calore in modo uniforme e di ottenere una cottura perfetta.

 

Piastra Waffle: la forma.

Con la piastra è possibile realizzare  varie tipologie di waffle, da quelli dolci a quelli salati. In ogni piastra ci sono dei reticoli ad alto rilievo che danno alla cialda la classica forma. Se vi piace variare scegliete un modello che vi permette di sostituire i reticoli interni per ottenere waffel dalle forme più svariate.

I produttori hanno usato tutta la loro fantasia per creare piastre con reticoli a forma di cuore, quadrifoglio, rombo, oppure griglie con trame larghe o trame più fitte. Potete trovare piastre più piccole o piastre più grandi per fare da due a quattro waffle alla volta a seconda delle dimensioni, o piastre che consentono di cuocere nello stesso istante sino a dieci waffle a forma di cuore.

 

Piastra Waffle: potenza.

Dopo aver scelto il tipo di piastra e la forma che più preferite valutate la potenza dell’apparecchio. La potenza è fondamentale in quanto da lei dipende l’efficienza del dispositivo. È importante, sia se scegliete un modello di base sia se scegliete un top di gamma, che la potenza non sia mai inferiore ai 1200 W, altrimenti impiegherebbe troppo tempo a riscaldarsi ed aumenterebbe il consumo energetico.

 

piastra waffle

Piastra Waffle: temperatura.

Un buon modello deve consentire di poter regolare la temperatura da un minimo di 50º ad un massimo di 300° centigradi, questo perchè a seconda della consistenza dell’impasto e del tipo di cottura che si preferisce si può aumentare o diminuire la temperatura. Ci sono modelli con sei regolazioni di temperature e spie luminose che si accendono al raggiungimento della temperatura ideale.

 

Piastra Waffle: le migliori marche.

Gli amanti dei waffle che desiderano una colazione particolare e divertente sono sempre alla ricerca della piastra più economica o di quella più affidabile a seconda delle proprie esigenze e si bloccano al momento dell’acquisto perché non sanno quale marca scegliere.

L’azienda più conosciuta sul mercato che offre prodotti di ottima qualità è l’Ariete poi ci sono altre marche come Severin, Krups, Howell, Waffeleisen (che produce macchinari più professionali) e Gourmetmaxx (che ha messo sul mercato un prodotto innovativo con la piastra in ceramica).

 

Piastra Waffle: prezzi.

Il costo di una piastra per waffle varia a seconda del modello o degli optional presenti. Ci sono apparecchi ricchi di funzioni, dotati di timer, spie di accensione e spegnimento, spie che indicano il raggiungimento della temperatura, piastre antiaderenti, manici cool-touch per evitare scottature e modelli più tecnologici con le piastre che ruotano in modo tale da distribuire il composto in modo uniforme.

I modelli più semplici e più economici sono quelli con la struttura esterna in plastica, il cui prezzo è compreso tra i 15 e i 25 euro, sino ad arrivare ai modelli con struttura esterna in acciaio che vanno da un minimo di 30 euro sino a giungere a quelli professionali che possono anche superare i 300 euro. Ora che avete tutte queste informazioni potete scegliere con tutta tranquillità la migliore macchina per fare i Waffle.

 

Consigliate per voi:

Category: ELETTRODOMESTICI

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Staff di Come-scegliere.com

Siamo un gruppo di Amici e Professionisti. Ognuno specializzato in un determinato settore: elettrodomestici, sport & tempo libero, casa & giardinaggio, informatica & elettronica, abbigliamento, fai da te, auto & moto, benessere & cura del corpo, ebook & corsi, giochi & prima infanzia, food & wine.