pentola a pressione: guida!

Come scegliere la pentola a pressione?

La pentola a pressione è uno strumento utile in cucina per cuocere gli alimenti in un tempo inferiore rispetto ad una pentola classica e permette, a chi non ha molto tempo da dedicare alla cucina, di realizzare piatti veloci, sani ed efficienti invece dei soliti piatti precotti.

Questo modello negli anni ’60 e ’70 ha avuto un grande successo tanto che per una donna avere in casa una pentola a pressione Lagostina o Bialetti era un lusso, poi negli anni è stata accantonata perchè la gente ha avuto paura che potesse esplodere a causa della forte pressione.

In realtà questi timori sono infondati perchè la pentola a pressione rispetta le normative di sicurezza, logicamente se una pentola è molto vecchia e non è stata usata per molti anni è preferibile non rischiare e acquistarne un’altra.

pentola a pressione

Oggi la pentola a pressione sta pian piano riconquistando il suo successo e grazie all’evoluzione della tecnologia sono state create anche delle versioni ultratecnologiche per garantire la massima sicurezza e una cottura perfetta e salutare. Prima di effettuare un acquisto valutate il volume della pentola, il materiale con cui sono state realizzate, i modelli presenti sul mercato, le marche e il prezzo.

 

Pentola a pressione: volume.

Una pentola a pressione deve essere acquistata in base al volume che è espresso in litri. In commercio ci sono pentole di varie misure, da un minimo di 3 litri ad un massimo di 15 litri, la scelta dipende dal tipo di utilizzo che si deve fare e dal numero dei componenti della famiglia. Valutate bene questi fattori prima di scegliere quella più idonea alle vostre esigenze oppure acquistatene due, una piccola e una grande.

 

Pentola a pressione: manico.

I manici della pentola a pressione sono un fattore da tenere in considerazione. Ci sono tre tipologie di manici: in metallo, in bakelite e in plastica. I migliori sono quelli in metallo perchè resistono al calore e durano nel tempo. Se avete la lavastoviglie prediligete il modello con i manici rimovibili in quanto consentono il lavaggio senza il rischio di rovinarsi. Al secondo posto ci sono quelli in bakelite, un materiale termoresistente  ma che può fondersi qualora la pentola non venga posizionata esattamente al centro della fiamma; per ultimo troviamo quelli in plastica che sono i più economici e i meno duraturi.

 

Pentola a pressione: materiale.

Le pentole a pressione sono sempre state realizzate in acciaio inox perchè questo materiale è sinonimo di affidabilità e robustezza, inoltre è atossico e supporta alte temperature. In commercio si possono trovare due tipi di pentole, quella prodotta tutta in acciaio o quella prodotta con la base in alluminio che è un buon conduttore di calore.

 

Pentola a pressione: tecnologia.

La pentola a pressione, rispetto a quella del passato, ha avuto un’evoluzione che l’ha resa ancora più efficiente e sicura. Partiamo dalla valvola di sicurezza, situata sul coperchio ermetico, che serve per controllare la fuoriuscita del vapore durante la cottura e consente di creare una forte pressione all’interno della pentola.

Ci sono pentole tradizionali con una semplice valvola e pentole più moderne con una valvola a due posizioni, la prima è indicata per i cibi più delicati, infatti ha il compito di espellere il vapore acqueo per cuocere con una pressione minore, la seconda posizione è indicata per i cibi meno delicati, infatti permetterà una cottura con una pressione superiore e una riduzione dei tempi.

Un altro componente che ha avuto un miglioramento dal punto di vista tecnologico è il coperchio. Chi ha avuto modo di utilizzare una pentola a pressione tradizionale saprà quanto è difficile aprire e chiudere il coperchio a chiusura ermetica. Oggi sono stati realizzati dei modelli con apertura facilitata che permettono di agire con una sola mano.

In commercio esistono pentole a pressione super-tecnologiche, dotate di display digitali attraverso i quali si possono tenere sotto controllo la temperatura, la pressione, i vari programmi di cottura e lo spegnimento. Naturalmente più la pentola ė all’avanguardia maggiore sarà il suo prezzo.

pentola a pressione più venduta su amazon

Pentola a pressione: varie tipologie.

Ci sono vari tipi di pentola a pressione che si differenziano per il tipo di chiusura, per i diversi metodi di cottura e per gli accessori. Vediamoli nel dettaglio.

 

1) La pentola a pressione tradizionale

Ė un modello semplice adatto agli anziani e a tutti coloro che non sono pratici di apparecchiature tecnologiche; permette di risparmiare tempo, fatica ed energia, non richiede alcuna attenzione durante la cottura, tranne che nei primi minuti e preserva i liquidi e le sostanze nutritive degli alimenti. Presenta una valvola d’esercizio a 1 pressione con controllo manuale, infatti è sufficiente ruotare la levetta per regolare la fuoriuscita verticale del vapore.

2) La pentola a pressione per induzione

Negli ultimi anni si sta dilagando l’utilizzo in cucina di nuove fonti di calore per la cottura, quindi non più fiamme e piastre roventi. Si tratta di un piano cottura ad induzione che funziona con la corrente elettrica. Il funzionamento avviene per mezzo di una bobina che genera un campo magnetico che mette in movimento le molecole di metallo della pentola. L’energia prodotta viene trasmessa alla pentola a pressione che permette la cottura del cibo. È importante dunque che leggiate le informazioni contenute sulla confezione per accertarvi che sia una pentola a pressione adatta alla piastra per induzione, perchè purtroppo non tutti lo sono.

3) La pentola a pressione elettrica

Una pentola a pressione elettrica è il risultato dell’unione tra tradizione e innovazione. “Tradizione” perché mantiene lo stesso tipo di cottura a pressione  e “innovazione” perché è elettrica e digitale. Si tratta di un modello che può essere trasportato e utilizzato ovunque ci sia una presa elettrica e non necessita dei fornelli a gas o delle piastre ad induzione. Questa pentola ha funzioni digitali che permettono di programmare e mantenere i parametri della cottura attraverso dei tasti di controllo che regolano il tempo, la temperatura  e lo spegnimento. Le pentole elettriche hanno un sistema di sicurezza auto-regolante che tengono sotto controllo la temperatura e la pressione in modo tale da evitare spiacevoli inconvenienti.

Pentola a pressione: marche famose.

Come avete potuto constatare ci sono diversi modelli in commercio di svariate marche. Qui di seguito vi riportiamo solo quelle che sono conosciute sul mercato internazionale per la qualità dei loro prodotti, come ad esempio:

Le pentole a pressione possono essere acquistate nei negozi di casalinghi, nei grandi supermercati e nei negozi online.

 

Pentola a pressione: prezzi.

Quando si deve acquistare una pentola a pressione il budget a disposizione è fondamentale perchė vi orienta verso il modello più semplice o verso il modello altamente tecnologico.

Il prezzo varia anche a seconda della grandezza, ad esempio una pentola tradizionale va da un minimo di 50 euro per la piccola ad un massimo di 100 euro per il modello più grande.

Una pentola con display va da un minimo di 140 euro per la piccola ad un massimo di 200 euro per la grande. Naturalmente questi sono  solo prezzi indicativi poi ognuno può effettuare sconti o prezzi speciali. Ora non vi resta altro che effettuare la ricerca della pentola a pressione più adatta alle vostre esigenze.

 

Consigliate per voi:

Category: CASA & GIARDINAGGIOFOOD & WINE

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Staff di Come-scegliere.com

Siamo un gruppo di Amici e Professionisti. Ognuno specializzato in un determinato settore: elettrodomestici, sport & tempo libero, casa & giardinaggio, informatica & elettronica, abbigliamento, fai da te, auto & moto, benessere & cura del corpo, ebook & corsi, giochi & prima infanzia, food & wine.