come scegliere una stufa elettrica

Come scegliere una stufa elettrica?

Utilizzare una stufa elettrica sicuramente non è il modo più economico per riscaldare un ambiente, ma per chi non ha la possibilità di installare un impianto, che riscaldi ogni vano allo stesso modo, é sicuramente la soluzione più facile. In questa mini guida vedremo proprio come scegliere una stufa elettrica adatta alle tue esigenze.

come scegliere una stufa elettrica

Per fortuna oggi, rispetto al passato, in vendita ci sono diversi modelli che vi garantiscono un risparmio energetico notevole e un tepore straordinario. Se avete deciso di acquistarne una non scegliete la prima che trovate all’ipermercato solo perchè é economica, ma prima studiatevi i relativi vantaggi e svantaggi delle varie tipologie.

Vediamo quali sono le differenze tra i vari modelli per aiutarvi a scegliere quello giusto.

Come scegliere una stufa elettrica? Controllate il marchio “Ce” e il marchio “Imq”.

Le stufe elettriche realizzate nelle fabbriche secondo le norme di sicurezza previste dal regolamento dell’Unione Europea devono essere dotate del contrassegno CE.

La seconda cosa che dovete verificare prima di acquistare una stufa elettrica è la presenza del marchio IMQ che è la dimostrazione che l’elettrodomestico, prima di venire immesso sul mercato, è stato sottoposto al controllo dell’Istituto Italiano del Marchio di Qualità che ne ha verificato la conformità e la sicurezza.

 

Come scegliere una stufa elettrica? Per tipologia.

In commercio ci sono varie tipologie di stufe elettriche che si distinguono per il funzionamento, la potenza di riscaldamento, le caratteristiche, le dimensioni e il prezzo. Alcuni modelli sono realizzati solo per essere installati a muro tramite delle staffe; altri sono portatili e possiedono una maniglia per il trasporto e una pedana che li mantiene eretti; infine ci sono i modelli ibridi che possono essere sia da parete sia portatili.

In base al tipo di produzione di calore si distinguono quattro categorie:

Come scegliere una stufa elettrica con resistenza?

Le stufe elettriche a resistenza, dette anche “termoconvettori” o “termoventilatori” sono state le prime ad essere messe in commercio. Permettono di riscaldare rapidamente piccoli ambienti, basti pensare che quelli più potenti riscaldano max 20 mq. Funzionano grazie alla resistenza che trasforma l’energia elettrica in calore. Alcuni modelli sono composti da una ventola di irraggiamento (che può anche ruotare) installata internamente che diffonde il calore nell’ambiente circostante e da una resistenza in metallo o in ceramica.

I vecchi modelli avevano un consumo di energia elettrica di circa 2000 w/h e di conseguenza la spesa era notevole per cui si limitava l’accensione. Oggi le aziende hanno realizzato diversi modelli dando particolare attenzione al design e al metodo per limitare il consumo elettrico. Avrete così la possibilità di poter scegliere un programma con voltaggio basso; di impostare l’avvio e lo spegnimento programmato; di trovare una stufa con sistema di sicurezza anti caduta e anti-surriscaldamento.

la stufa elettrica più venduta

 

 

Come scegliere una stufa elettrica alogena?

La stufa elettrica alogena è una delle soluzioni con i consumi elettrici più bassi perché il calore viene prodotto da delle lampade alogene a risparmio energetico. Per comprendere meglio mentre con la stufa a resistenza si parlava di 2000 w/h qui si parla di circa 800 w/h. In questo modello il calore viene propagato nell’aria circostante tramite un sistema di ventole interne che permettono di riscaldare rapidamente piccoli ambienti ma vengono anche utilizzate in camera da letto per la loro illuminazione soft.

I vantaggi di questa stufa sono tanti: le dimensioni ridotte, la facilità del trasporto, il basso consumo energetico, il sistema anti-ribaltamento e anti-surriscaldamento. Alcuni modelli permettono alle lampade di assumere diverse inclinazioni e di controllare l’utilizzo attraverso dei telecomandi; altri possono essere installati sulle pareti e oltre a fornire calore possono diventare degli ottimi punti luce grazie alla luce soft delle lampade alogene.

 

 

Come scegliere una stufa elettrica al quarzo?

La stufa elettrica al quarzo ha un funzionamento simile a quello della stufa alogena. Le lampade utilizzate sono al quarzo e appaiono come dei piccoli neon di colore arancione. Ognuna di loro assorbe circa 400w quindi a seconda del numero delle lampade si può determinare il consumo massimo di energia elettrica. Questo modello rappresenta una delle soluzioni più semplici per chi desidera avere una stufa facile da trasportare e che garantisce un riscaldamento rapido.

In commercio ci sono modelli dotati di ventole di diffusione e piano basculante per direzionare il calore in grado di riscaldare un ambiente leggermente più grande. Il rapporto consumo di energia\ produzione di calore è ottimo.

stufa elettrica al quarzo

 

Come scegliere una stufa elettrica ad infrarossi?

Le stufe elettriche ad infrarossi funzionano per irraggiamento, interagiscono solo con gli oggetti che vengono a contatto con il fascio di onde prodotto. Questo modello è dotato di un pannello radiante a infrarossi che propaga il calore in modo rapido. Il vantaggio é quello di non sprecare il calore nella stanza perché viene irradiato direttamente verso gli oggetti. La stufa ad infrarossi è disponibile nella versione oscillante che permette di cambiare la direzione del calore.

Può essere installata in ambienti utilizzati solo per un breve periodo di tempo, ad esempio quando siete seduti a tavola o sul divano. Gli infrarossi si propagano in linea retta e riscaldano gli oggetti presenti nel cono di emissione dell’emettitore, ha dei costi di consumo non elevati e non ha bisogno di essere portato ad alte temperature perchè la stufa inizia a riscaldare nel momento in cui viene accesa. Lo svantaggio é che l’apparecchio non appena viene spento si raffredda velocemente.

 

 

Come scegliere una stufa elettrica? Per Marche.

I quattro brand più noti nella categoria stufe elettriche alogene e al quarzo sono:

I marchi più famosi nella categoria stufe elettriche ad infrarossi sono:

I marchi di riferimento per le stufe elettriche a resistenza sono:

 

Come scegliere una stufa elettrica? Per prezzi?

I prezzi delle stufe elettriche sono alla portata di tutti e partono da poche decine di euro per i modelli più semplici a poche centinaia di euro per i modelli più sofisticati con timer e telecomando.

Il costo delle stufe elettriche alogene e al quarzo a seconda delle dimensioni varia dalle 7 euro fino ad un massimo di 30 euro.

I costi delle stufe elettriche ad infrarossi variano a seconda del modello; per quelli a filamento inglobato in ceramica il prezzo si aggira intorno ai 100 euro, mentre per quelle da muro che vengono costruiti artigianalmente si parla di qualche centinaia di euro. Oggi sono molto richiesti i modelli che simulano la fiamma del caminetto e che hanno un costo di circa 100 euro

I costi delle stufe elettriche con resistenza a seconda della marca e della dimensione variano da poco più di 10 euro sino ai 100 euro.

Dopo aver avuto una panoramica completa delle varie tipologie, dei brand più famosi e delle varie fasce di prezzo non vi resta altro che scegliere il modello che meglio si avvicina alle vostre esigenze.

le stufe elettriche in offerta

Category: CASA & GIARDINAGGIOINFORMATICA & ELETTRONICA

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Staff di Come-scegliere.com

Siamo un gruppo di Amici e Professionisti. Ognuno specializzato in un determinato settore: elettrodomestici, sport & tempo libero, casa & giardinaggio, informatica & elettronica, abbigliamento, fai da te, auto & moto, benessere & cura del corpo, ebook & corsi, giochi & prima infanzia, food & wine.