come-scegliere-una-buona-centrifuga

Come scegliere una buona centrifuga per frutta?

Gustarsi un buon frullato, soprattutto in estate, è una vera gioia per corpo e mente. Ma non tutti i frullati sono buoni allo stesso modo e spesso dipende proprio da come si fanno. In questa mini guida andremo a capire come scegliere una buona centrifuga per frutta e verdura fresca.

come scegliere una buona centrifuga

La frutta è uno degli alimenti più importanti della nostra alimentazione, in un mondo consumistico e globalizzato viene sempre più spesso acquistata sotto forma di succo per questioni pratiche, non bisogna infatti sbucciarla perché già pronta all’uso in comodi brik ed ha una scadenza molto lunga.

Bisogna però essere consapevoli  che tutti i succhi, anche quelli con contenuto di frutta maggiore, contengono sostanze come conservanti e zuccheri aggiunti, dannosi per la salute e inevitabilmente con un valore biologico molto più basso.

La Centrifuga insieme al normale Frullatore è uno degli elettrodomestici più diffusi in cucina e spesso è integrata come accessorio nei comuni robot da cucina.

E’ diventato un alleato essenziale per una buona alimentazione, grazie a lei nulla viene buttato in quanto anche gli scarti ricchissimi di fibre possono essere riutilizzati per preparare sorbetti o condimenti di vario tipo.

Questa guida ci aiuterà a conoscere meglio questo utile apparecchio casalingo e a scegliere quello più vicino alle nostre esigenze.

 

Come scegliere una buona centrifuga: funzionamento.

Tutto ruota intorno al principio di base di questo elettrodomestico: la forza centrifuga. Di fatto basta introdurre la giusta quantità di frutta e/o verdura nell’apparecchio per vedere come prodotto finale una sostanza liquida. Gli alimenti vengono sminuzzati e il succo viene separato così dalla polpa. Quest’ultimo viene poi trattenuta da un filtro appositamente creato costituito da maglie finissime.

Esistono una infinità di centrifughe e se vogliamo possiamo inserirvi anche il “vecchio”, ma sempre utile, spremiagrumi.

Lo Spremiagrumi è il più semplice ed antico degli estrattori di succo, il suo  limite è dato dal fatto che non permette la spremitura di tutti i tipi di frutta.

La Centrifuga per alimenti al contrario permette di estrarre il succo da pere, mele, banane, frutti di bosco, etc, ed anche da tutte le verdure.

 

Come scegliere una buona centrifuga: per caratteristiche.

Il suo funzionamento è basato come dice la parola stessa nella forza centrifuga; la frutta e le verdure inserite al suo interno vengono sminuzzati in pezzi piccolissimi e separati dal succo.

I giri al minuto variano dai 6.000 ai 18.000 per un consumo di 900-1000 watt.

Tutto dipende anche a cosa ti serve davvero una centrifuga. Non c’è limite alla fantasia. Si possono fare frullati di sola frutta, verdura o entrambi le soluzioni.

E’ uno strumento validissimo per preparare pasti veloci e nutrienti soprattutto se si è in regime di perdita e/o controllo del peso. Vengono utilizzati molto anche per i frullati Herbalife.

Le centrifughe hanno meno parti da smontare e quindi maggior facilità di pulizia in quanto i pezzi possono essere smontati ad uno ad uno e lavati singolarmente.

la centrifuga più venduta su amazon

 

Come scegliere una buona centrifuga: caratteristiche essenziali.

Come per tutti gli elettrodomestici di oggi la qualità è molto importante e nel caso della centrifuga è essenziale. Il suo motore girando a regimi elevatissimi ( anche 18.000 giri/min!) subisce delle sollecitazioni che potrebbero danneggiarla irrimediabilmente.

Il filtro e le lame devono essere quindi di acciaio inox perché essendo sempre a contatto con i cibi e le plastiche trasparenti non devono opacizzarsi nel tempo.

Un ottimo funzionamento porta ad un minore quantitativo di scarti e quindi ad un migliore qualità in termini di vitamine e nutrienti contenuti nel nostro succo.

Per i vegani e per i crudisti è un vero e proprio “attrezzo da lavoro” compagno per le loro preparazioni naturali e prive di proteine e sostanze provenienti dal mondo animale.

la centrifuga più apprezzata su amazon

 

Come scegliere una buona centrifuga: altri elementi da non sottovalutare.

Tenete sempre in considerazione i consumi elettrici in quanto si presuppone un uso intenso di questo utile elettrodomestico. Spesso il minor consumo è segno di un migliore funzionamento dell’apparecchio.

Anche la rumorosità deve essere sempre tenuta in considerazione.

Altro aspetto importantissimo è la robustezza, in quanto un apparecchio utilizzato spesso è soggetto ad usura e rotture.

La “speranza di vita” del piccolo elettrodomestico dipende dalla qualità costruttiva di ogni singolo componente, motore, plastiche e filtri.

Potenza e numero delle velocità, entrambi sono un “must” molto importante nella scelta finale di acquisto, perché ne caratterizzano proprio il funzionamento in termini anche di quantità di frutta da introdurre.

Le dimensioni dell’apparecchio ci aiuteranno a capire come sfruttare lo spazio libero presente nella nostra cucina.

Infine non meno importante è la capienza de serbatoio del succo o della polpa dello scarto, in quanto lo strumento è spesso utilizzato da nuclei familiari numerosi.

 

Come scegliere una buona centrifuga? I 3 migliori (secondo noi).

 

le migliori centrifughe sul mercato

Category: ELETTRODOMESTICI

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Staff di Come-scegliere.com

Siamo un gruppo di Amici e Professionisti. Ognuno specializzato in un determinato settore: elettrodomestici, sport & tempo libero, casa & giardinaggio, informatica & elettronica, abbigliamento, fai da te, auto & moto, benessere & cura del corpo, ebook & corsi, giochi & prima infanzia, food & wine.