come scegliere il materasso

Come scegliere il materasso?

Il riposo notturno è essenziale e molto importante per la nostra salute, ma spesso non si conosce bene come scegliere il materasso più adatto alle nostre esigenze.

Si corre il rischio, insomma, di “accontentarsi” di quello che regalano con l’acquisto della camera da letto. Tenete in considerazione che quando “ti regalano qualcosa”, in genere non è mai di ottima qualità. Possiamo risparmiare su una tipologia di sedia piuttosto che un’altra, ma il mio consiglio è quello di non risparmiare mai sul materasso.

Senza azzardare troppo, il materasso lo paragono ad una automobile. E’ il mezzo di trasporto verso i sogni.

come scegliere il materasso

 

Chi riposa bene di notte, la mattina si alza di buonumore ed è pronto ad affrontare la giornata nel modo migliore. Eppure non sempre ci si sveglia pronti e scattanti.

Vi è mai capitato di alzarvi dal letto la mattina con quella sgradevole sensazione di disagio?

“Che nottataccia!” Quante volte lo avete detto?

Ecco questo accade spesso per “colpa” del materasso e in questa mini guida andremo proprio ad analizzare come scegliere il materasso più adatto alle proprie esigenze.

Sappiamo benissimo che non sia semplice scegliere un materasso, ci sembrano tutti uguali. Eppure esistono davvero una infinità di prodotti differenti per materiali, dimensioni e rigidità.

Quindi se cercate una risposta del tipo “questo è il miglior materasso”, qui non la troverete sicuramente, perché il materasso è come un abito che deve essere cucito su misura.

Il come scegliere un materasso, quindi, deve essere fatto in base ad alcuni criteri personali come:

  • proprio peso
  • posizione preferita durante il sonno
  • materiale

Gli studi dicono che la maggior parte del tempo che siamo in casa lo trascorriamo a letto. Quasi un terzo della nostra vita lo passiamo a dormire, quindi non trascuriamo le ore del riposo. Il nostro benessere passa anche (direi anzi soprattutto) da lì.

Adesso chiedetevi:

  • Ogni quanti anni cambiate la lavatrice?  Ipotizzo, quando si rompe.
  • E l’automobile? Direi che già intorno al settimo anno o al massimo all’ottavo, cominciate a sbirciare dentro gli autosaloni e a meditare di rottamare la vecchia macchina. Vi solletica l’idea di ridare indietro la vostra auto e prenderne una nuova vero?

E adesso riflettete:

  • E il vostro materasso, quanti anni sono che lo avete? Da quando vi siete sposati? Fate un po’ il conto allora.

Forse è arrivato il momento di cambiarlo, che ne dite? Molte persone sottovalutano l’età del proprio materasso. Vanno orgogliose al pensiero di avere il materasso di quando si sono sposati e magari sono già passati più di dieci anni.

Questo è un errore.

Il materasso va rinnovato almeno ogni sette o otto anni. Già solo da un punto di vista igienico, sarebbe una buona abitudine. Si tratta comunque di un prodotto che, come tutto quello che abbiamo in casa, si usura col tempo. Perde l’iniziale compattezza e all’interno delle sue fibre, il materasso assorbe acari di polvere e germi. Per non parlare delle scorie stesse del corpo che vi si appoggia durante le ore notturne. Un vero incubo per un soggetto allergico.

il migliore materasso più venduto

 

Come scegliere il materasso? Le cose da sapere prima di sceglierne uno nuovo.

La prima domanda che vi farà il rivenditore sarà: materasso in lattice o in memory foam?

E’ bene che conosciate la differenza. Si tratta di due differenti tipologie di materasso.

Il materasso in lattice è realizzato con un materiale del tutto naturale, il lattice, ricavato dagli alberi di gomma. E’ un materiale indeformabile e resistente, adatto a chi nel sonno si muove parecchio. La superficie tende a rimanere rigida e tirata. Lo possiamo trovare anche sintetico e spesso ci viene proposto con un mix di lattice sintetico e naturale.

Pur risultando un sostegno piuttosto rigido, i materassi in lattice sono molto flessibili e si adattano al nostro corpo, distribuendo la pressione in modo pressoché uniforme. Vengono consigliati da chi ha un “sonno agitato”. Per quelle persone, insomma, che non mantengono molto la posizione durante la notte. Una delle caratteristiche principali proprio del lattice è quella di assorbire molto bene i movimenti del corpo. Generalmente viene consigliato anche a chi soffre di allergie respiratorie o asma in generale.  Ovviamente tutte le persone che sono allergiche al lattice devono evitare questo tipo di materasso.

Va detto che non tutti i materassi in lattice lo sono al 100%. Sul mercato esistono materassi con diverse percentuali di lattice. Qualora non fosse al 100%, ci devono essere obbligatoriamente indicati tutti gli altri materiali.

Il materasso in memory foam invece è una delle ultime novità di settore degli ultimi anni. Si tratta di un materasso che conserva la forma del corpo di chi vi si adagia sopra, consentendo un riposo confortevole perché ci si sente letteralmente avvolti.

La caratteristica principale di un materasso in memory foam è che la circolazione dell’aria è solitamente inferiore e quindi il calore del corpo tende a rimanere imprigionato nel materasso. Per questo è consigliato alle persone freddolose o in montagna ad esempio. Questo però porta ad un aumento della umidità, ecco perché è sempre consigliato alla mattina di lasciar prendere un po’ d’aria.

E’ un materasso che avvolge davvero il corpo, rendendo meno frequenti i movimenti durante il sonno. Mantenendo la “memoria” del corpo, fa fatica ad adattarsi velocemente a nuove posizioni.

Se si fa una prova infatti e si imprime una mano sulla superficie in memory, l’impronta rimane per qualche secondo. Questo significa che mentre si dorme, il materasso memory foam consente a tutta la colonna vertebrale di rilassarsi perfettamente sulla superficie e ne asseconda l’andamento ad ‘S’.

Questo è un materasso particolarmente adatto a chi soffre di problemi di schiena o di postura. Chi per esempio ha spesso episodi di lombosciatalgia o peggio ancora ha delle vere e proprie ernie. Il memory si adatta al corpo e al suo peso e non lo costringe a stare disteso in una posizione rigida e poco naturale. In entrambi i casi comunque i materassi vengono rinforzati in determinate zone, dove c’è bisogno di maggior sostegno (ad esempio schiena e gambe).

 

Come scegliere il materasso. Per rigidità.

Partiamo dal presupposto che un buon materasso deve sorreggere bene il peso del corpo. Ma lo deve fare nel modo corretto, senza risultare eccessivamente rigido e quindi scomodo.

Le differenti tipologie di materasso, infatti, influiscono sulla rigidità. Vale sempre la regola generale che un materasso più rigido è adatto ad una persona di grossa corporatura.

La rigidità è un fattore molto importante nella scelta di un materasso, perché se fosse eccessivamente morbido potrebbe non garantire alla nostra colonna vertebrale il sostegno necessario.

In linea di massima i materassi morbidi sono più adatti ai bambini o in generale alle persone esili.

La cosa fondamentale è che rispetti sempre la naturale curvatura della colonna vertebrale.

 

il correttore materasso matrimoniale

Come scegliere il materasso? Per abitudine di sonno.

Se non si hanno particolari problematiche, la scelta tra un materasso in lattice o in memory foam può essere dettata dalle nostre abitudine durante il riposto notturno.

Ecco semplificato al massimo:

Sei una persona che si agita durante il sonno? Meglio un materasso in lattice.

Sei una persona che mantiene la posizione durante il sonno? Meglio un memory foam.

Dormi in posizione supina? Ti piace dormire disteso sulla schiena? Scegli un materasso più rigido.

Preferisci dormire sul fianco? Scegli un materasso meno rigido, in modo che la spalla possa “sprofondare” leggermente per ottenere una posizione più confortevole durante il sonno.

 

Se le persone che dormono sul letto matrimoniale hanno pesi ed esigenze differenti, è buona cosa scegliere due materassi singoli (differenti) anziché uno unico matrimoniale.

 

Come scegliere il materasso? Per Zone.

Sentirete parlare spesso di “zone” del materasso. Partiamo dalle 3 fino ad arrivare anche ad 11 zone. Di fatto le zone del materasso sono state ideate per garantire una maggior sostegno alle varie parti del nostro corpo. Ovviamente la massima attenzione viene sempre riposta alla schiena e alle gambe.

Grazie alle zone a portanza differenziata ogni parte del  corpo verrà accolta e trattata in modo specifico.

 

 Come scegliere il materasso? Ecco i top di gamma.

 

Come scegliere il materasso? Conclusioni.

Non importa su quale materasso vi orientate, perché entrambi sono molto validi, ma investite sull’acquisto. Ne gioverete nel tempo. Leggete le recensioni di chi ha provato e testato quello specifico materasso.

In generale i materassi in lattice hanno un prezzo più elevato rispetto a quelli in memory. Ma non di molto.

Puntate sulla qualità perché ricordate che dormire bene fa bene alla salute. Ma solo se lo fate sul materasso giusto!

Category: CASA & GIARDINAGGIO

Tags:

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Staff di Come-scegliere.com

Siamo un gruppo di Amici e Professionisti. Ognuno specializzato in un determinato settore: elettrodomestici, sport & tempo libero, casa & giardinaggio, informatica & elettronica, abbigliamento, fai da te, auto & moto, benessere & cura del corpo, ebook & corsi, giochi & prima infanzia, food & wine.