come scegliere il freezer

Come scegliere il freezer per casa?

Scegliere un buon congelatore o freezer pone spesso il consumatore davanti a più opzioni di quante si possa immaginare. Tra gli aspetti su cui si dovrebbe porre attenzione quando si deve acquistare questo insostituibile elettrodomestico, riguarda senza dubbio lo spazio che occuperà in cucina, le impostazioni disponibili per il congelamento degli alimenti e la facilità di manutenzione in ogni periodo dell’anno. Inseme al frigorifero sono lo zoccolo duro della cucina.

come scegliere il freezer

Esaminiamo quindi di seguito le peculiarità che non dovrebbero mai mancare in un buon freezer.

Come scegliere il freezer? Per forma e dimensioni.

Innanzitutto, in base alle dimensioni della nostra cucina, cerchiamo di capire se la nostra scelta dovrà cadere su un congelatore a base orizzontale oppure su un verticale, del tutto simile nella forma ai classici frigoriferi.

La prima tipologia di congelatore ovviamente ci porterà via un po’ più di spazio rispetto alla soluzione “ad armadio” proposta dal freezer verticale, tuttavia renderà molto più facile avere a portata di mano tutti gli alimenti di cui abbiamo bisogno, e si rivela la scelta ideale se in famiglia ci sono bambini o anziani che potrebbero trovare faticoso abbassarsi e alzarsi più volte per recuperare i cibi.

Come secondo vantaggio, il congelatore, o freezer orizzontale, permette generalmente un maggiore power saving (risparmio energetico), essendo la superficie esposta e lo scambio ambientale tra aria calda e fredda ridotta ad un valore minimo. Per quanto riguarda i congelatori di tipo verticale, sono senz’altro più utili se desideriamo maggiore ordine in cucina, in quanto i cibi possono essere collocati con più criterio nelle apposite cassettiere fornite con l’apparecchio. Inoltre sono da considerare per l’ingombro ridotto.

il freezer orizzontale più apprezzato su amazon

Come scegliere il freezer? Per temperatura.

Altro punto chiave da considerare nell’acquisto di questo elettrodomestico è la classificazione del loro potere refrigerante. A tale proposito, la scelta deve cadere su congelatori che abbiano come minimo una classificazione 4 stelle, ovvero siano in grado di toccare temperature non superiori ai -30 gradi centigradi. Questa scelta ci permetterà di conservare qualsiasi alimento in maniera ottimale secondo le istruzioni riportate sulle confezioni. Se invece siamo alla ricerca di una soluzione che permetta di conservare semplicemente i classici cibi surgelati, possiamo anche limitarci ad un 3 stelle, sapendo però che non potremo scendere al di sotto dei -18°.

il freezer consigliato

Come scegliere il freezer? Per consumo energetico e facilità d’uso.

Un buon freezer dovrebbe offrire tra le sue caratteristiche la funzione “no frost”, che rendendo molto più difficile la formazione di brina e residui di ghiaccio all’interno dell’elettrodomestico, non richiederà le operazioni di sbrinamento come nei frigoriferi e congelatori classici. Le resistenze contenute all’interno dei moderni congelatori permettono una notevole riduzione dell’umidità, con evidenti benefici sia sulla temperatura interna che sulle superfici delle confezioni degli alimenti.
Consideriamo inoltre il consumo energetico. Questo importante dato è sempre riportato sull’etichetta con una serie di lettere che vanno dalla A alla G: le prime 3 indicano buon isolamento dalle temperature esterne con conseguente risparmio di energia elettrica ed abbattimento dei prezzi sulla bolletta. Teniamo inoltre conto di una seconda sotto-classificazione indicata dalle sigle “T”, “ST” e “SN”: la prima ci garantirà il funzionamento del freezer con temperature ambientali esterne fino ad un massimo di 43°, la seconda fino a 38° e l’ultima classe fino a 32°. Scegliamo il modello a seconda della zona climatica in cui viviamo.

freezer verticale

Come scegliere il freezer? Alcuni consigli.

Dopo aver accertato i precedenti parametri essenziali, scopriamo alcune particolarità che ci permettono di trarre il massimo dal nostro congelatore. Innanzitutto la possibilità di sbrinare automaticamente l’interno delle pareti dell’elettrodomestico, che devono essere dotate di uno spessore accettabile, in quanto pareti troppo sottili permettono la dispersione del gelo prodotto con conseguente incremento dei costi di fornitura elettrica.
Un buon congelatore deve essere inoltre molto silenzioso, e non disturbare le altre attività svolte in cucina per esempio generando un fastidioso ronzio continuo. Tra le sue funzioni non dovrebbe mancare quella di congelamento rapido, che ci tornerà utile al momento di introdurre  nuovi cibi per evitare che la qualità di quelli già congelati possa essere compromessa.

Category: ELETTRODOMESTICI

Tags:

2 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Staff di Come-scegliere.com

Siamo un gruppo di Amici e Professionisti. Ognuno specializzato in un determinato settore: elettrodomestici, sport & tempo libero, casa & giardinaggio, informatica & elettronica, abbigliamento, fai da te, auto & moto, benessere & cura del corpo, ebook & corsi, giochi & prima infanzia, food & wine.