come scegliere l antiparassitario per cani

Come scegliere l’antiparassitario per cani?

Proteggiamo i nostri amici a 4 zampe con il giusto antiparassitario per cani.

Con l’arrivo della primavera i nostri animali domestici sono maggiormente esposti alle infestazioni parassitarie e alle punture di insetti. Pulci, zecche, pidocchi, zanzare, veicolo della filaria, ed i temuti flebotomi o pappataci, responsabili della trasmissione della leishmaniosi, sono i principali nemici dei nostri amici a quattro zampe.

antiparassitario per cani

In commercio, esistono diverse possibilità per proteggere i cani dai parassiti esterni. In questa guida, valuteremo quali formulazioni sono le più idonee.

 

Antiparassitario per cani: formulazioni.

Le formulazioni che abbiamo a disposizione sono queste:

Gli spot on o le pipette sono gli antiparassitari più diffusi e maggiormente usati dai proprietari di cane. Il prodotto, in forma liquida, deve essere applicato sulla pelle in uno o più punti. E’ importante,  quindi, scostare bene il pelo ed arrivare fino alla cute: se il prodotto viene applicato sul pelo perderà la sua efficacia perché non potrà diffondere nelle ghiandole sebacee del sottocute e  svolgere la sua azione. Il vantaggio di questi prodotti è che hanno una durata di circa tre-quattro settimane, ma a volte possono macchiare ed ungere il pelo oppure dare prurito transitorio nel punto di applicazione. Inoltre, se il cane inavvertitamente lecca il prodotto potrebbe avere scialorrea, ovvero un’abnorme produzione di saliva, ma è comunque un fenomeno passeggero.

Gli spray sono più indicati nei cuccioli che, per le loro dimensioni, non hanno ancora raggiunto un peso adeguato per l’applicazione dello spot on. A seconda del prodotto, vanno applicati tutti i giorni o una volta al mese. Gli svantaggi sono legati al fatto che il rumore dello spruzzo può spaventare l’animale e solitamente le quantità da applicare sono abbondanti, bagnando molto il pelo del cane.

I collari sono gli antiparassitari che garantiscono la maggiore durata di azione, che può arrivare anche a 7-8 mesi, proteggendo quindi il cane durante tutta la stagione calda. A volte possono dare reazione nel punto di applicazione, se il cane è allergico al principio attivo. Bisogna fare poi molta attenzione nei cuccioli e nei cani esuberanti affinchè non mordano o ingeriscano il collare, con il rischio di un’intossicazione.

Infine, le compresse, di più recente introduzione. Hanno una durata di circa un mese e solitamente sono appetibili. Alcuni cani, però, non le assumono spontaneamente quindi ogni mese il proprietario deve ingegnarsi per far sì che l’animale le prenda. Sono pertanto sconsigliate negli animali dall’appetito capriccioso o che difficilmente assumono medicinali.

antiparassitario per cani più venduto

Antiparassitario per cani: lo spettro di azione.

In base al principio attivo, alcuni antiparassitari garantiscono una protezione solo nei confronti di pulci e zecche, senza avere effetto repellente verso zanzare e flebotomi.

Per citarne alcuni:

 

Altri ancora, consigliati nei periodi più caldi dell’anno, sono efficaci contro pulci e zecche e sono repellenti:

 

Negli ultimi anni, inoltre si sono diffusi notevolmente alcuni prodotti spray, spot on o collari, su base naturale, contenenti miscele di oli essenziali.

Sono particolarmente indicati nei cani allergici ai principi attivi di altri antiparassitari e hanno anche azione repellente.

Tra questi troviamo:

 

 

Antiparassitario per cani consigliato a voi:

Category: ANIMALICASA & GIARDINAGGIO

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Staff di Come-scegliere.com

Siamo un gruppo di Amici e Professionisti. Ognuno specializzato in un determinato settore: elettrodomestici, sport & tempo libero, casa & giardinaggio, informatica & elettronica, abbigliamento, fai da te, auto & moto, benessere & cura del corpo, ebook & corsi, giochi & prima infanzia, food & wine.